[ ? ]

Studente di Mediazione Linguistica all’università di Macerata, tra le varie lingue che studia scopre la fotografia. Seppur non parlata ed universalmente condivisa, la considera la più forte tra le lingue capace di portare alla luce fatti da interpretare soggettivamente.

[ √ ]

Nasce in Italia, studia lingue e si laurea in Antropologia, religioni e civiltà orientali nella città di Bologna. Approccia la fotografia all’interno della ricerca di uno strumento espressivo che potesse coadiuvare l’idea, la visione della realtà e la manualità del gesto e trova in essa una dama silenziosa che non da risposte, ma pone interrogativi.